Comunicato Stampa n° 1 – 19/04/2021

TeRA SoRA è il nome sintetico che per il suo significato simbolico è stato scelto per indicare un progetto di ricerca dedicato a “Risorse e buone pratiche delle aree interne: un modello di mappatura delle potenzialità e criticità per la valorizzazione sostenibile del patrimonio territoriale”. Nel dialetto delle Terre Derthona, TeRA SoRA significa ‘terra soffice e pronta per essere seminata o lavorata’, in questo caso si  riferisce a un territorio pronto per essere “seminato o lavorato” anche da idee innovative. Il territorio oggetto della ricerca comprende 30 comuni delle valli Curone, Grue, Ossona, Borbera e Spinti del Piemonte  sudorientale.

L’ente capofila, il Dipartimento di Antichità, Filosofia e Storia (DAFIST) dell’Università di Genova, ha avviato il progetto con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito della Missione ‘Valorizzare la ricerca’, rispondendo al bando ‘Idee-Are, Idee per Innovare’. L’obiettivo della ricerca è di creare e applicare un modello per valorizzare un territorio rurale tra collina e montagna, mappando le sue criticità e potenzialità, e includendo la partecipazione della comunità locale. Inoltre, il progetto viene sostenuto da vari partner, come l’associazione di promozione sociale Forestieri e le tre Unioni dei Comuni Montani ‘Terre Alte’, ‘Borbera-Spinti’, ‘Curone, Grue ed Ossona’, e da vari stakeholder, come l’associazione Comunità e Famiglia Piemonte, l’associazione Strada del Vino e dei Sapori dei Colli Tortonesi (Terre Derthona), il Comitato per il territorio delle Quattro Province, il Consorzio Tutela Vini Colli Tortonesi, l’Istituto Comprensivo Tortona B, l’associazione Nuova Economia in Montagna (NEMO) e la Cooperativa agricola Valli Unite.

Per condurre una parte dell’analisi, il gruppo di ricerca ha creato un questionario interattivo online attraverso il quale raccogliere le voci del territorio. Per poter effettuare un’analisi accurata e profonda sono molto importanti le opinioni degli attori locali per cui è fondamentale che il questionario venga compilato da tante persone. Tutti i fruitori delle Terre Derthona, chi ci abita, ci lavora o le visita, sono invitati a rispondere al  questionario. Il questionario si può compilare anche in diverse fasi perché le risposte rimangono salvate.

Il questionario online è accessibile a questo link: https://terasora.it/questionario/

Per maggiori informazioni si può consultare il sito web del progetto https://terasora.it o si può contattare la ricercatrice dr. Rebekka Dossche (info@terasora.it).

Scarica il formato pdf da questo link: 210419_Comunicato Stampa1_def